News - Contributo per la digitalizzazione delle PMI

Proponenti e beneficiari
Possono presentare domanda le imprese in possesso dei seguenti requisiti:
a) qualificarsi come micro, piccola o media impresa (MPMI), indipendentemente dalla loro forma giuridica, nonché dal regime contabile adottato;
b) non rientrare tra le imprese attive nei settori esclusi dall’articolo 1 del regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013;
c) avere sede legale e/o unità locale attiva sul territorio nazionale ed essere iscritte al Registro delle imprese della Camera di commercio territorialmente competente;
d) non essere sottoposte a procedura concorsuale e non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
e) non aver ricevuto altri contributi pubblici per le spese oggetto della concessione del Voucher.

Progetti Ammissibili
Il voucher finanzia l’acquisto di software, hardware o servizi specialistici che consentano:
a) il miglioramento dell’efficienza aziendale;
b) la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, tale da favorire l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità, tra cui il telelavoro;
c) lo sviluppo di soluzioni di e-commerce;
d) la connettività a banda larga e ultralarga (ammessi solo costi di realizzazione delle opere infrastrutturali e tecniche, quali lavori di fornitura, posa, attestazione, collaudo dei cavi, e costi di dotazione e installazione degli apparati necessari);
e) il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare, attraverso l’acquisto e l’attivazione di decoder e parabole, nelle aree dove le condizioni geomorfologiche non consentano l’accesso a soluzioni adeguate attraverso le reti terrestri o laddove gli interventi infrastrutturali risultino scarsamente sostenibili economicamente o non realizzabili;
f) la formazione qualificata, nel campo ICT, del personale delle suddette piccole e medie imprese (Gli interventi formativi dovranno essere rivolti al personale delle imprese beneficiarie quali titolari, legali rappresentanti, amministratori, soci, dipendenti risultante dal registro delle imprese o dal libro unico del lavoro)
I servizi e le soluzioni informatiche devono essere acquisiti successivamente all’assegnazione del Voucher.

Condizioni e misure del Contributo
Il contributo è un Voucher di importo non superiore a 10 mila euro per ciascun soggetto beneficiario e nel limite delle risorse finanziarie disponibili (quantificabili in 100 milioni di euro). I Voucher sono concessi nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.
Il voucher non è cumulabile con altri contributi pubblici a valere sui costi ammessi all’agevolazione. E’ prevista una riserva di fondi a favore delle imprese che hanno conseguito il rating di legalità.

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 10:00 del 30 gennaio 2018

Cristofani Comunicazione Lucca