News - Gentile inserzionista delle guide telefoniche

Gentile inserzionista delle guide telefoniche,
a volte mi capita di incontrarti nel mio lavoro di web master e professionista della comunicazione ed ogni volta resto affascinato ma anche interdetto dalle motivazioni che mi porti per giustificare la tua presenza sulle cosiddette Guide telefoniche, anche on-line. Alla base del tuo rapporto con quelle aziende c’è sicuramente, oltre alla tradizione ’dell’esserci’ ed alla pigrizia (paura del cambiamento ?) mentale di cambiare, la grande abilità (da non confondersi con professionalità) degli agenti venditori. Sono bravissimi nel vendere i loro prodotti. Sono bravissimi perché secondo me, ma anche loro probabilmente ne sono in fondo in fondo consapevoli, vendono prodotti ad un dubbio tasso di qualità a prezzi, che rapportati al prodotto, oserei definire stratosferici.
Le loro organizzazioni non sono in grado, materialmente, di produrre qualità nella comunicazione. Loro vendono spazi, devono fare fatturato, che siano su supporto cartaceo od un sito fatto con una piattaforma precompilata come altre decine di migliaia poco importa. Loro non creano comunicazione per conto dell’azienda cliente. Non ne sono capaci perché non è il loro lavoro. Loro devono vendere ’spazi’. E basta.

Provate a chiedere se vi possono fare una brochure, od un manifesto, od un logo, oppure, passando al digitale se vi possono mettere dentro il sito che vorrebbero fare un programma per l’invio di una news letters a clienti differenziati per categoria o lingua; oppure fare una vetrina di prodotti agganciata ad un carrello e-commerce od e-business (di quest’ultimo poi probabilmente non sapranno neanche cos’è e quali leggi lo regolano), oppure chiedete loro di registrare il dominio (il famoso www.nomeazienda.it) a vostro nome anziché al loro...; provate a chiedere se vi faranno anche il sito per gli smartPhone (ma non quelli responsive), provate a chiedere di avere una galleria autogestibile di filmati su Youtube, o foto a 360° o filmati aerei fatti con un drone della vostra attività. Provate a chiedere una grafica particolare di qualità concordata con Voi, dei testi studiati per la vostra azienda, con la vostra storia scritta da un copyrighter vero; provate a chiedere loro una grafica che sia coordinata e compatibile con la vostra brochure aziendale. Provate a chiedere di vedere la bozza della grafica del vostro sito prima che vada in rete per poterla modificare o cambiare se non vi piace....

Provate a chiedere queste cose al vostro agente, anche se al momento non vi interessano e sentirete quanto abili saranno nel dirvi che sono “cose che non vi servono”... cercando di distogliere la vostra attenzione dalla qualità. Quando poi avrete fatto il lavoro, se alla fine lo farete, andate un po’ in giro sui loro portali e scoprirete quante aziende, magari in altre provincie hanno un prodotto uguale al vostro (probabilmente anche con gli stessi testi).

E poi in fondo chiedete quanto Vi costa OGNI ANNO tutto quanto sopra (che comunque non sanno e non possono fare), e poi magari vi proporranno un contratto biennale dicendo che così si bloccano i prezzi !


Ultima cosa: se vi dicono che sarete anche sull’elenco stampato sapete già da Voi che non serve a niente perché siete i primi a non usarlo e, in ogni caso, fin tanto che lo stamperanno (ancora per poco) Voi ci sarete comunque perché sono obbligati a mettervici da Telecom. Magari solo con il nome ma ci sarete comunque...

Cristofani Comunicazione Lucca